16 gennaio 2013

Voto utile

Ma quale desistenza .. serve il voto utile, «Chi non sostiene il Pd fa un regalo a Berlusconi».
Parla come Berlusconi, alla fine. E poi si arrabbiano se gli dici che sono tutti uguale, che stringi stringi, ci sono poche differenze.
Ma come, il voto è il momento massimo della democrazia per un cittadino, l'unico momento (o uno dei pochi) in ci può esprimersi, e uno deve sentirsi dire che non si deve votare per chi si vuole?

E poi, voto utile per chi?
Per gli impresentabli del Partito Democratico al sud? Crisafulli, Papania, Capodicasa in Sicilia. De Luca in Campania.
E in Calabria, dove a nessuno dei sindaci che più di altri si sono battuti contro le ndrine, rischiando la vita, è stata proposta una candidatura.
Ieri D'Alema alla presentazione del libro di Caldarola ha pure difeso Crisafulli: "Crisafulli? Ha fatto le primarie, ha vinto, è bravo, è giusto che ci sia. E querelerà il Fatto e vincerà". Presenti alla serata Geronzi, De Gennaro, Colaninno, D'Alema.


Ma che fine ha fatto la sinistra?
Siamo sicuri che votare PD è un voto utile? Basta promettere, come a fatto ieri il candidato premier, che verranno cancellate le leggi vergogna?


Non dimentichiamoci poi dell'UDC, che sostiene Monti, il partito che ha portato in parlamento Cuffaro e che lo ha difeso fino alla fine.
A proposito di Monti, questi i simboli dei sostenitori che, come scrive Il fatto, sono vagamente massonici.

Voto utile, eh?

6 commenti:

morirempecorenere ha detto...

Completamente d'accordo con te, basta con questo ricatto del voto utile "che altrimenti vince Berlusconi".
Il ricatto democratico
Ciao

Anonimo ha detto...

Non e' lo stesso Di Trapani! Quello di Fermare il Declino avrebbe avuto vent'anni all'epoca. E non sono neanche parenti!

Anonimo ha detto...

chiunque abbia scritto questo articolo dovrebbe imparare a controllare le proprie fonti e ad usare un poco la testa, diffamare in questa maniera un partito come Fare per Fermare il Declino in prima pagina su un giornale nazionale senza nemmeno rendersi conto che si sta parlando di due persone diverse è uno schifo. Il giornale dovrebbe come minimo dare spazio nella prima pagina di domani ad una smentita ufficiale scritta dai fondatori del partito, e dare una bella lavata di capo al "giornalista" in questione.

alduccio ha detto...

Grazie per avermi girato l'informazione: ho corretto il post (eliminando l'errore).

alduccio ha detto...

Potrei rispondere che chiunque ha commentato, poteva controllare meglio le sue fonti.
in ogni caso, leggetevi la lettera di oscar Giannino e imparate la lezione.

http://www.fermareildeclino.it/articolo/giosafat-e-le-candidature-siciliane

Anonimo ha detto...

devo le mie scuse a Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza, le mie fonti erano ottime ma, come si evince dall'articolo di Oscar, nemmeno i fondatori del partito sapevano nulla (a causa della prescrizione in secondo grado il fatto non risultava dal casellario giudiziario, inoltre esiste effettivamente un quasi omonimo delinquente nel quale si erano già imbattuti).